Chi siamo – intervista al titolare del ristorante Herbert W.Fino

“Ogni giorno, alla fine di ogni servizio, la maggior parte dei clienti, inclusi quelli storici che tornano a visitare il nostro ristorante ogni stagione da ogni parte del mondo da oltre 5 anni, mi rivolgono una domanda alla quale non mi stancherò mai di rispondere: “ma dove trovate la forza di servire in modo così ineccepibile tutte queste persone come se fosse sempre la prima volta?”

Siamo stati definiti come “il miglior ristorante dell’arcipelago di Capo Verde” (10 isole in totale). “Chez-Pastis”, nella sfera degli ambienti di ristorazione di lusso o di gruppi di investitori Inglesi presenti nell’isola di Sal, risulta essere il nome più pronunciato a Londra a detta di coloro che hanno visitato il nostro ristorante. La rivista “The Sun”, in uno dei loro articoli relativi al turismo di Capo Verde, ci ha menzionato quale “ristorante raccomandato” e molto altro ancora.

Anche se tutto ciò mi rende estremamente orgoglioso, queste sono solo alcune delle cose che non mi sentirete mai rispondere ne pronunciare personalmente a nessuno dei clienti che visita il nostro ristorante di fronte a quella domanda.

Quello che mi sentirete rispondere invece è che devo tutto all’ambizione ed alla passione che ho per questo lavoro e che sono riuscito a trasmettere a tutto il mio staff in questi ultimi 5 anni e, soprattutto, a Voi tutti che venite al “Chez-Pastis”.

Siamo l’unico ristorante che da ben 5 anni ha sempre lo stesso cuoco e le stesse camierere, cosa difficilissima, quasi impossibile da realizzare in una realtà Africana, professionalmente non preparata a fronteggiare gli standard Europei come anche Extra-Europei, non dimentichiamolo, quale Capo Verde.

Il nostro segreto è essere e lavorare da vero “team”. Fuori servizio, siamo una compagine di amicizia, lealtà ed entusiasmo che ci tiene uniti come una vera e propria famiglia. Durante il servizio siamo esattamente la stessa cosa con la differenza che lottiamo tutti per un unico fine, ovvero la soddisfazione totale del cliente.

Il cuoco deve avere la piena padronanza della sua cucina e non la cucina su di lui, lo staff e la proprietà devono fare altrettanto.

Il nostro codice lavorativo prevede che durante il servizio non sia permesso ridere l’uno con l’altro, sbagliare o peggio ancora perdere tempo. E’ solo permesso anticipare mentalmente e concretamente, ove possibile, le eventuali richieste dei clienti e se qualcuno chiede qualcosa per un valore pari a 5 sorprenderlo offrendogli 10.

Tutti i nostri piatti vengono preparati con ingredienti freschissimi, dal pesce fresco di giornata, al filetto brasiliano di altissima qualità. Concretezza e lealtà sono valori base del nostro impegno quotidiano pertanto ogni qualvolta ci accorgiamo che qualcosa non rispetta gli standard qualitativi da noi pretesi in cucina, provvediamo semplicemente ad eliminarlo immediatamente.

A chiunque venga a cenare al nostro ristorante, alla fine di ogni singolo servizio, adoro chiedere se è andato tutto bene e la maggior parte delle volte ricevo complimenti che mi lasciano senza parole e, incredibile ma vero, nella maggioranza dei casi mi fanno letteralmente venire la pelle d’oca.

E tutte le vostre emozioni, tutti i vostri commenti vengono sempre comunicati al mio staff, e non sapete quanto ci facciano piacere, positivi o negativi che siano, perchè nel secondo caso altro non ci permettono che perfezionare i nostri standard. E non potete nemmeno immaginare quanti dei vostri consigli siano stati la chiave fondamentale del nostro successo e di questo ringrazio Voi tutti di cuore.

E’ il ricordo dell’entusiasmo e la gioia che Voi provate quando lasciate il nostro ristorante con il sorriso sul viso, è vederVi fare foto su foto al nostro locale, alla nostra cucina, ringraziare il nostro cuoco di persona, le nostre cameriere, è questo che ci permette di servirvi sempre come se fosse la prima volta e rispondere ancora ed ancora “nessun problema”, “subito”, “come desidera” sorridendoVi.

E quando al nostro ristorante sono andati via tutti, si chiudono le porte e si spengono le luci, beh quello è il momento che più adoro perchè non vedo l’ora che passi la notte rapidamente per ricominciare da capo, tutto come la prima volta!”

Benvenuti al “Chez-Pastis” dal suo titolare Herbert W.Fino e tutto il suo staff!